EN
IT
Lifestyle
10 Maggio 2012
Max Mara Bridal:
Andare in boutique e trovare subito l'abito giusto, sceglierlo tra più di trenta modelli, trovare un'atmosfera accogliente dove persone competenti e discrete, sempre aggiornate, ti consigliano sugli accessori e gli abbinamenti più azzeccati. Cosa desiderare di più? La risposta è… un concorso con in palio un vero regalo di nozze: “Tre minuti di celebrità? Sì, lo voglio” Dopo aver rinnovato il modo di intendere la sposa, la collezione Max Mara Bridal trova il modo di avvicinarsi alle sue clienti con un regalo digitale. Le spose che acquisteranno un abito Max Mara tra l’8 Marzo e il 6 Novembre, rispondendo a un semplice questionario e raccontando in poche righe alcuni momenti della loro storia, avranno la possibilità di partecipare al concorso “Tre minuti di celebrità? Sì, lo voglio” e vincere un video professionale che fisserà per sempre il loro giorno più bello. Infatti a partire da giugno una giuria di esperti selezionerà ogni mese una vincitrice. Il giorno delle nozze, Marco Righi, un giovane regista emergente, le seguirà in modo discreto durante tutto l'arco della giornata, contribuendo a fissare i momenti più significativi, originali, emozionanti, ironici, del loro matrimonio. Il clip sarà successivamente navigabile e condivisibile online sul sito bridal.maxmara.com.

Anche lo store Max Mara di Vicenza partecipa a questa iniziativa: ci vediamo in in Corso Palladio 141?

DD

Ti potrebbero interessare anche...
Design
Design
Può un'idea geniale mettersi al servizio della creatività di tutti? Dopo aver scovato l'iPhone Stencil Kit di UI Stencils ne siamo certe! Questo kit dall'alto contenuto di design è composto da uno stencil di lamina di alluminio e da una...
Lifestyle
Lifestyle
È a metà dell'opera. Noi allora vogliamo iniziare il 2015 dicendo "grazie": grazie a Lorenza, Elisabetta, Mademoiselle Jolie, Nur, Emiliano, Vinicio, Sara, Francesca, Simona, i nostri bravissimi contributor. DDmag non potrebbe essere il diario di stile che è...
Lifestyle
Lifestyle
Prima di iniziare quest’avventura mi sono fatta mille domande sullo stile grafico e di contenuto che doveva avere DDmag. Volevo una grafica pulita, una navigazione facile e immagini bellissime, che profumino di provenza e pizzi antichi, con un sapore francese...