EN
IT
Lifestyle
19 Settembre 2014
Oltre il giardino
Antico e moderno, natura e scienza, spazi verdi e architettura: se avete bisogno di ricaricare le energie, c'è un luogo bellissimo dove i contrasti vengono esaltati dalla loro stessa convivenza e armonia. È l'Orto Botanico di Padova, nato nel 1545 (è il più antico orto universitario al mondo) per raccogliere, preservare e studiare le più belle specie vegetali, tra cui piante medicinali ed esotiche introdotte per la prima volta in Italia. Considerato da allora un modello per tutta l'Europa fino a diventare Patrimonio dell'Umanità nel 1997, è oggi protagonista di una metamorfosi high-tech: il 15 settembre scorso è stato infatti inaugurato il Giardino della Biodiversità. Il nuovo edificio con le serre simula le condizioni climatiche degli ambienti naturali delle oltre 1300 specie vegetali ospitate nel Giardino, che si uniscono alle altre 7000 coltivate nell'antico Orto. Il progetto del Giardino sarà una delle eccellenze italiane presentate all'Expo 2015 di Milano e, dopo averlo visitato, siamo sicure sarà un successo di pubblico.

Ma ora abbassiamo il volume delle parole, e seguiamo Luisa che nella gallery ci accompagna tra i silenziosi capolavori di Madre Natura…

DD
Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
Vi avevo lasciato con un punto di domanda: cosa tiene in mano alla Sig. Annalisa Gasparin nell'ultima foto della gallery di questo post? Si tratta delle apparecchiature di Oxy Megastation, conosciamolo passo dopo passo: 1 - Vacuum e Tachipercussione Ossigenata: Oxy...
Lifestyle
Lifestyle
Avete mai avuto la fortuna di assistere ad una cerimonia del tè? Allora seguite con noi Lorenza, la nostra ricercatrice di chicche vicine e lontane che ci accompagna da chi, proprio qui a Vicenza, tiene corsi di questa antica e...
Lifestyle
Lifestyle
Il 10 settembre scorso si è chiusa Vicenzaoro Fall, l'edizione della fiera dell'oro che ogni settembre porta in città le tendenze dell'inverno in fatto di gioielli e accessori di lusso. In qualità di diario di stile ufficiale della fiera, Luisa e io...