EN
IT
Lifestyle
03 Febbraio 2017
Alla scoperta dello storico laboratorio della Stamperia Fallani a Venezia
Andrea racconta la storia della stamperia Fallani, nel cuore di Venezia.

Era il 1968 quando Fiorenzo Fallani inizia la sua esperienza con la serigrafia aprendo nel cuore di Venezia il suo laboratorio. Nel 1970 Fallani dirige il laboratorio di serigrafia allestito presso il Padiglione Italia della XXXV Biennale d’Arte di Venezia, lavorando con artisti provenienti da tutto il mondo.
Max Bill, Paolo Dorazio, Renato Gottuso, Emilio Vedova, Arnaldo Pomodoro, Shepard Fairey e molti altri sono passati negli anni all'interno del laboratorio dando vita alle loro serigrafia.
Il laboratorio ha saputo rispondere e soddisfare le esigente dei propri committenti, interagendo e proponendosi come punto di riferimento per le serigrafie artistiche a livello internazionale.
Oggi Fallani Venezia affianca alla produzione grafica su commissione una serie di workshop ed eventi culturali, diffondendo una cultura e una tradizione ricca di storia che non deve essere dimenticata.
Vi invito a scoprire questo luogo quando passate per Venezia, a Cannaregio 4875, in zona fondamenta nove.

Dove potete trovare Andrea:

Instagram: @untitledv_com

untitledv@hotmail.it

www.untitledv.com
Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
I suoi sandali dorati ci hanno fatto brillare gli occhi, ma è tutta la nuova collezione Autunno/Inverno firmata Danielapi che merita di essere conosciuta, indossata e amata. La ricerca creativa di questo brand inizia nel 2003 e ha come parole...
Lifestyle
Lifestyle
Acqua pura, cielo che si tocca con un dito, montagne silenziose e alberi dipinti dall’autunno: è una “lista degli ingredienti” un po’ insolita per un fine settimana, ma relax ed emozioni sono assicurate anche da un piccolo viaggio così. Non...
Lifestyle
Lifestyle
Ho sempre amato le masserie della Puglia, tanti anni fa sono andata in un posto meraviglioso e ci ho lasciato il cuore. Chissà se c'è ancora... mi sono affidata al web, non l'ho trovato ma in compenso ho scoperto questa...