EN
IT
Food
05 Giugno 2015
Goppion: una storia che profuma di caffè
Avete voglia di ascoltare una storia che dura il tempo di un buon caffè? 

Oggi vi vogliamo raccontare la nostra visita a Goppion Caffè, che di storia (e soprattuttto di caffè) se ne intende: dal 1859 il nome della famiglia Goppion è infatti legato al prezioso chicco esotico, conosciuto, "annusato" e lavorato con una cura che non ammette eccezioni. A condurci tra le sale dello stabilimento di Preganziol (TV) c'è Paola Goppion, bravissima narratrice appassionata che ha tenuto viva la nostra curiosità dalla sala di tostatura alla stanza degli assaggi e delle campionature, passando attraverso le macchine di imballaggio per arrivare al piccolo bar per la degustazione. 
Per un pomeriggio ci siamo sentite piccola parte di un grande viaggio che inizia da un'ottima materia prima a cui è riservato un trattamento speciale: il tempo, vera certezza di qualità in casa Goppion.

Scoperta della giornata: il Biondo in stile "americano", non solo un nuovo caffè, ma un nuovo linguaggio che parla ai consumatori più giovani e più responsabili. Un caffè adatto ad infusioni lente e naturali, e per chi davanti ad una tazza di caffè racconta, progetta, sogna.

DD 

PS. Le lattine in edizione limitata che abbiamo portato a casa sono già finite... Per fortuna c'è il nuovo e-shop!
Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
Oggi vi presento la mia amica Irma Bilan e il suo bellissimo negozietto in stile francese in centro storico a vicenza. Entrare nel suo salotto è come tuffarsi in un mondo fatato fatto di profumi ed emozioni. Irma è una...
Lifestyle
Lifestyle
"Siamo ciò che mangiamo" è un vecchio modo di dire che nellla cucina di oggi ha assunto entusiasmanti significati: siamo più attenti, più consapevoli, più intelligenti e più riflessivi. Una nuova sensibilità ha iniziato ad accompagnarci in ogni scelta, anche...
Lifestyle
Lifestyle
Questi gioielli in vetro sono creati da una designer che pensa "con la materia" e sono realizzati da esperti artigiani. La carissima Laura del negozio Chiedi la Luna mi racconta che sono delle vere e proprie "sculture da indossare" e...