EN
IT
Kids
22 Settembre 2015
Inside Out: che avventura la vita
Come funziona il nostro cervello? Perché in un baleno riusciamo a provare emozioni contrastanti? E soprattutto, cosa passa per la testa dei nostri bambini, anche dei più piccoli? 
Incredibile ma vero, ho trovato tutte le risposte che cercavo in un delizioso film di Disney Pixar (i cratori di UP!, per intenderci) e anche i miei bambini sono rimasti a bocca aperta di fronte ad un capolavoro che commuove e fa pensare. Ecco la trama:

Riley ha undici anni e una vita felice. Divisa tra l'amica del cuore e due genitori adorabili, cresce insieme alle sue emozioni che, accomodate in un attrezzatissimo quartier generale, la consigliano, la incoraggiano, la contengono, la spazientiscono, la intristiscono, la infastidiscono. Dentro la sua testa e dietro ai pulsanti della console emozionale governa Joy, sempre positiva e intraprendente, si spazientisce Anger, sempre pronto alla rissa, si turba Fear, sempre impaurito e impedito, si immalinconisce Sadness, sempre triste e sfiduciata, arriccia il naso Disgust, sempre disgustata e svogliata. Trasferiti dal Minnesota a San Francisco, Riley e genitori provano ad adattarsi alla nuova vita...

Un messaggio bellissimo in un cartone animato coloratissimo e adatto a tutta la famiglia. Quasi quasi vado a rivederlo!

DD


 
Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
DDmag sta crescendo giorno dopo giorno e con il magazine crescono anche nuove amicizie che si trasformano spesso in  bellissime collaborazioni. L'ultima arrivata è Monica Salce (ce l'ha presentata la nostra contributor Francesca), stilista romana (Miroglio Vestebene per Motivi e...
Lifestyle
Lifestyle
Anche se le vacanze sono quasi finite, Lorenza ci racconta la sua esperienza nel B&B di John e Joan a St. Maxime e a noi sembra quasi di sentire nell'aria i profumi della provenza. Leggiamo insieme!Oggi care amiche e amici...
Lifestyle
Lifestyle
Quale modello preferite? Io sono un'affezionatissima delle ballerine, ma anche gli altri modelli sono molto comodi, perfino quello con il tacco! Il glitter forse può spaventare un po', ma va portato con leggerezza e con un po' di magia... Un grazie...