EN
IT
Kids
12 Maggio 2015
Piccoli pollici verdi crescono
Carissime amiche,

oggi voglio darvi alcuni suggerimenti per stimolare la crescita di una passione "green" nei nostri bambini. Lo spunto me l'ha suggerito proprio mio figlio più piccolo che ama prendersi cura di piante e fiori. Grazie alla sua voglia di fare e, perché no, di sporcarsi le mani, ho pensato a quanto sia educativo per i più piccoli avere a che fare con il giardino e l'orto: s'impara il rispetto per la natura e per gli altri esseri viventi, ci si allena ad avere pazienza e ad apettare con gioia il tempo che passa, si comprende il valore del cibo e del mangiare sano.

Tutto molto bello, direte voi, ma da dove iniziare? Innanzi tutto dallo spazio: non serve un giardino, bastano un terrazzo o anche un balcone. Poi servono attrezzi colorati, vasi di recupero che potete decorare insieme, piccoli oggetti creativi che ci ricordano cosa abbiamo seminato e dove (avete visto che belli i sassolini dipinti nella gallery?) e poi... E poi largo alle piantine aromatiche, semplici da mantenere e di sicuro effetto, ai fiori colorati ma anche ai piccoli frutti come le fragole. Già m'immagino la gioia negli occhi di mio figlio quando potrà mangiare la prima fragola maturata nel suo balcone!

La passione green non si ferma qui e arriva anche nei vestiti, come le bellissime t-shirt di Stella McCarteny Kids: le voglio! 

DD

Ps. Le immagini della gallery sono tratte dalla nostra board Pinterest.
Ti potrebbero interessare anche...
Kids
Kids
Chi non torna un po' bambino a Carnevale? Che sia una maschera coloratissima ad entusiasmarci o dei dolci buonissimi a farci venire l'acquolina in bocca, io e i miei bambini  amiamo questa festa e insieme prepariamo molte cose: a volte...
Lifestyle
Lifestyle
Il mercoledì per noi non è un giorno come un altro perché da molto tempo è IL giorno dedicato alle interviste di stile: personaggi più o meno noti che si raccontano in una veste nuova oppure giovani talenti con tanta...
Lifestyle
Lifestyle
Cristina Aldrigo è una donna creativa che dopo aver lavorato tanti anni in azienda, ha dato vita a un progetto unico nel suo genere. Eh sì, ho deciso di usare questo aggettivo perché è la versione maschile della sua “Unica...