EN
IT
Lifestyle
20 Febbraio 2015
Pino Pipoli per Marsèll
17 gennaio 2015: è la "data di nascita" della prima collaborazione di Marsèll,  un brand che ci piace molto perché punta alla sperimentazione, con l’artista Pino Pipoli per la creazione del modello Marsèll Hat #0 by Pino Pipoli. Questo cappello è realizzato secondo l’antica tradizione dei cappellai italiani, completamente lavorato e pettinato a mano. Il melousine nero è reso contemporaneo da un laccio liscio ed uno intrecciato, entrambi raccolti da cursori di perla artificiale nera opaca.
Ma il vero tocco dell'artista è da ricercare sulla cappellina, forata al suo apice. Secondo Pino Pipoli, infatti, "il buco è il simbolo della pienezza della vita, perché non c’è vita senza buchi. È il buco nero dell’antimateria, pesante come l’universo, spesso come il buio, denso come il passato. È, nella sua palpabile assenza, l’essenza stessa, l’anima del manufatto in feltro che lo circonda, il cuore pulsante attorno a cui la vita prende forma. È il foro romano, la culla della civiltà, il luogo del pensiero, la sede della relazione”.

Con il cappello dal titolo #0, Marsèll arricchisce le propri collezioni e ci fa sognare uno stile capace di rinnovare la tradizione con il geniale zampino dell'arte.

DD

Foto/still life cappello e installazione: Nicole Marnati

Foto/ritratti su fondale desertico: Elisa Ci Penagini

Foto/reportage evento: Talitha Dittfeld

Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
Perle, macro strass, pietre semi preziose, petali di ottone e rivoli di catena brunita sono le essenze di questi gioielli-bijoux ispirati alle suggestioni artistiche del Decò anni Cinquanta. Quando Giulia Paganini ce li ha mostrati Luisa ed io abbiamo pensato subito di fotografarli...
Lifestyle
Lifestyle
Luisa ed io siamo spesso portate a posare i nostri quattro occhi curiosi su moltissimi particolari che ci circondano, ma uno dei nostri chiodi fissi sono le scarpe e i dettagli che si notano solo guardando "in giù". Un disegno...
Lifestyle
Lifestyle
Si scappa al freddo di New York City! Ebbene sì, oggi la rubrica della nostra contributor Francesca non ci parla di alte palme e di estati perenni, ma della settimana della moda più cool (e cold) di tutti i tempi. Si...