EN
IT
Design
18 Gennaio 2019
Lorenza scopre M9
Il museo del '900 contemporaneo è tutto da vivere! Difficile spiegare a parole il passato, capire il presente e immaginare il futuro.
Bello entrare in questo mondo multimediale e interattivo dove basta un touch per scoprire quanto e come siamo cambiati, come mangiavamo o come ll nostro stile di vita abbia subito trasformazioni attraverso il progresso, la scienza, le tecnologie e l'innovazione.
Tutto a portata di app, volendo partire già da nativi digitali, ma l'esperienza si vive entrando a M9: una struttura dai colori accattivanti incastonata tra le case e tutta da scoprire!
Un percorso che si snoda in un periodo temporale di oltre un secolo, un museo originale e coinvolgente dove ci si cala nei cambiamenti dalla cultura ai paesaggi urbani e naturali, alla politica che sta alla base di molti cambiamenti.
Le emozioni che si provano entrando sono davvero molteplici. Il museo del '900 sarà un luogo dove tutti quelli che sono interessati all'Italia possono incontrarsi come in una sorta di piazza dove scoprire origini e sviluppi delle cose che ci circondano.
Un museo in costante evoluzione, un area affacciata sulla Laguna veneta un laboratorio unico delle trasformazioni sociali.
Insomma tutto da scoprire, adatto ai curiosi di ogni età.
Un ponte tra passato e futuro.


M9
Un progetto dello studio berlinese Sauerbruch & Hutton
Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
Adoro le borse. Quando sono andata al primo salone del lusso a Verona, ho visto in esposizione una borsa meravigliosa: si trattava di una borsa in alligatore, da togliere il fiato! Quando sono tornata a casa mi sono documentata e...
Lifestyle
Lifestyle
La street art sta contagiando tutte le città, da Vicenza, dove abbiamo ambientato il nostro ultimo post di stile, a Berlino: proprio nella capitale tedesca è nato il progetto fotografico "Street art in Berlin" di Luca Chilesotti, che ce lo...
Lifestyle
Lifestyle
Quando pensiamo ad un ritratto "senza volto", ci viene senz'altro in mente una delle opere di René Magritte: i suoi protagonisti erano anonimi e quindi universali perché chiunque poteva vestire i loro panni e immedesimarsi in loro. I lavori della...