EN
IT
Lifestyle
25 Maggio 2017
Viaggio sulla Garden Route
Un viaggio in Sudafrica è sinonimo di meraviglia e questo itinerario lo testimonia. Dalla città più bella dell'Africa subsahariana, Cape Town, percorrerete on the road la famosa Garden Route. Continua a leggere il nuovo articolo della nostra contributor Maura Vedù.

Strana strada, la Garden Route. Una striscia d'asfalto sinuosa che arranca per 400 chilometri da Mossel Bay a Port Elizabeth, tra spiagge battute dai venti, solitari passi montani, lagune e foreste intricate come una giungla primordiale. Una strada dove ogni bivio è una tentazione.

Un paesaggio puntellato di piante maestose, coste tortuose e rifugi nascosti tra i monti, dove un significativo numero di artisti e creativi ha scelto di venire a vivere, per le sue piccole baie incastonate e la sua vocazione vacanziera durante tutto l’anno.

Ma sebbene la Garden Route sia una strada estremamente scenica, sono le gemme nascoste sulle sue stradine secondarie il vero tesoro di questa regione. Perché se ci si spinge verso l'interno, ci si accorge che in questa striscia di terra c'è tutto il Sudafrica concentrato. Quello delle immense spiagge candide e quello colorato di fiori, dove le montagne sono lame scure che tagliano la terra in due: da un lato la foresta e dall'altro il deserto.

Lo si vede subito, al primo crocevia a Mossel Bay. Voltando le spalle al mare la strada s'impenna sul valico di Robinson che attraversa le Outeniqua Mountains passando dal verde carico dei pendii meridionali all'ocra cupo di quelli settentrionali, fino alla conca di Oudtshoorn, regno degli struzzi.

Proseguendo sulla Garden Route, le onde oceaniche si smorzano nelle lagune di Knysna, dove si allevano le più pregiate ostriche del Sudafrica, per tornare selvagge sugli scogli aspri della penisola di Robberg e sulle lunghe spiagge di Plettenberg Bay che, con le sue case eleganti, è considerata la Portofino locale.

Un tipico esempio di nuova attrazione da non perdere in quest’area è l’azienda vinicola Bramon, appena fuori Plettenberg Bay: un interessante progetto pensato per portare la produzione vinicola in questa nuova regione. Ma nel corso degli anni anche artigiani, pescatori, imprenditori e chef rinomati hanno fatto la loro fortuna proprio lungo la Garden Route in Western Cape.

Le atmosfere mondane tramontano pochi chilometri più a est, nello Tsisikamma National Park. Coperto da una foresta che arriva fino al mare, il parco è attraversato dall’Otter Trail, uno dei trek più spettacolari del paese: 41 chilometri di sentiero tagliato da 11 fiumi dove si ammirano i Big Tree, alberi giganti vecchi di 800 anni.

Per gli amanti del buon cibo e del buon vino, suggerisco di inserire anche un paio di giorni nel cuore delle Winelands a Stellenbosch, la città delle querce, dove vengono prodotti tra i migliori vini sudafricani (e del mondo); anche se il culmine di questo viaggio in Sudafrica sarà la vista, nell’Addo Elephant National Park dei "Big Seven", dove oltre ai grandi mammiferi di terra, potrete vedere anche quelli acquatici e i grandi squali bianchi.

Contatta Maura!

Maura Vedù
Consulente per Viaggiare® CartOrange Srl
Tel. +39 340.3544254
e-mail vedu-maura@cartorange.com
web www.cartorange.com/mauravedu
Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
Leggo sempre più spesso nelle riviste e nel web di prodotti di design realizzati riciclando oggetti non più utilizzati. Mi diverte vedere come la creatività possa reinterpretare la loro vita. Questo è un esempio di design tecnologico che diventa design...
Lifestyle
Lifestyle
Credo che l'eleganza vada oltre il contesto che le appartiene. Ci sono accessori ricercatissimi che si possono indossare tanto ad eventi importanti quanto in giorni più easy.  Ne sono un esempio le borse della mia amica Ilaria Nuti: si abbinano alla...
Lifestyle
Lifestyle
BARENA Venezia ha supportato il progetto Experience Venice curato da Veneziadavivere.com vestendo gli Instagramer internazionali chiamati in laguna a raccontare la città attraverso la loro arte. Durante la permanenza alla scoperta della laguna, gli Instagramer hanno partecipato al #architecturebiennaleinstameet nel...