EN
IT
Food
01 Maggio 2013
Ai fornelli con Sara: Ravioli con scalogno e granchi whitby
Ve l'avevamo anticipato qualche giorno fa su Facebook ed oggi possiamo finalmente inaugurare una nuova rubrica di ricette uniche con cui soprendere i palati dei vostri ospiti. A curarla sarà una corrispondente d'eccezione: Sara Danesin Medio, che dopo aver partecipato a Masterchef Uk ed essere arrivata finalista dell'edizione 2011, ha fatto della sua passione un lavoro a tempo pieno. Per DDmag ha creato questa prima ricetta, siete pronti a sporcarvi le mani?

RAVIOLI CON SCALOGNO E GRANCHI WHITBY


(Le dosi degli ingredienti sono per 4 persone)

Per la pasta:

  • 2 tuorli d' uovo
  • 200g di farina
  • 40 g di spinaci freschi
  • Sale fino
  • Olio Extra Vergine di Oliva

Per il ripieno:

  • 170 g di polpa bianca di granchio
  • 20 g di ricotta
  •  mezzo scalogno tagliato finemente e fatto precedentemente ammorbidire nel burro
  • Mezzo cucchiaino di brandy
  • Un cucchiaino di erba cipollina
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 70g di Burro
  • 4 cucchiaini di parmigiano

Prepariamo la pasta:

Aggiungiamo in un frullatore gli spinaci crudi, un pizzico di sale, farina ed un goccio di olio d' oliva. Mixiamo fino ad ottenere una pasta omogenea di colore verde.

Aggiungaimo il tuorlo d' uovo e uniamo all'impasto, togliiamo l'impasto dal frullatore e lo lavoriamo su di un tavolo precedentemente preparato con la farina. Lavoriamo l'impasto fino ad ottenere una consistenza elastica.
Avvolgiamo il tutto nella pellicola trasparente e lasciamo riposare per 30 minuti in un luogo fresco.

Prepariamo il ripieno:

Mischiamo tutti gli ingredienti della lista in un contenitore e ne controlliamo il condimento.

Se la salsa risulta troppo liquida dobbiamo aggiungere del pan grattato (assicurarsi che l'impasto rimanga comunque morbido).

Mettere in un vassoio a parte 18 gr di ripieno per ogni raviolo prima della stesura della pasta.

Ci sono due modi per “tirare la pasta”: a mano o con la macchina per la pasta.

A MANO

Con le mani formiamo una palla con l'equivalente di metà della pasta, stendiamo la pasta in un piano infarinato.

Iniziamo a stendere la pasta con il mattarello dal centro verso tutte le direzioni, rotiamo l'impasto di 90 gradi e continuiamo a stendere fino ad ottenere uno strato di 2 mm.

Assicurarsi di lavorare la pasta in modo veloce e di non usare troppa farina come base per non seccare la pasta.

CON LA MACCHINA

Con metà dell' impasto formiamo una palla, stenderla in un piano con poca farina e tirare un po' con il mattarello.

Inseriamo l'impasto nella macchina mettendo il programma a 1.

Pieghiamo la pasta in due e la ripassiamo più volte nella macchina fino a renderla morbida.

A questo punto portiamo la macchina alla misura più stretta, (dall'1 al 6) fino ad ottenere lo spessore preferito.

Una volta stesa la pasta tagliamo in 16 strisce della lunghezza di 10 cm .Con un pennello da pasta passiamo le strisce con un po' d' acqua, applichiamo al centro di ogni striscia 18 gr di ripieno e pieghiamo la pasta coprendo il ripieno.

Buttiamo i ravioli in una pentola di acqua bollente e facciamo cucinare per 4 minuti.

Con uno scolino togliamo i ravioli dall'acqua per posizionarli in un piatto liscio. condiamo con burro caldo, erba cipollina tritata ed un pizzico di parmigiano.

Vanno serviti subito, ancora caldi.

DD
Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
Il SAVE THE DATE era per l'11 luglio a Londra e già il nome dell'evento era "tutto un programma": CHRISTMAS IN JULY. E' così che il brand di gioielli Bicego ha voluto chiamare il press day durante il quale il...
Lifestyle
Lifestyle
La nonna le ha trasmesso la passione per la moda, il papà quella per l'arte: con delle premesse così belle non poteva che crescere bene Marianna, l'ideatrice di Mademoiselle Jolie, la biondina tutto pepe che vedete nella gallery. Da Parigi...
Lifestyle
Lifestyle
Il bisogno di solitudine per guarire dalle ferite più dolorose spinge Elizabeth a rifugiarsi in uno chalet immerso nella natura della Svizzera. Dopo aver perso tutto a causa della guerra, la protagonista affida al suo diario il racconto del suo...