EN
IT
Lifestyle
14 Aprile 2014
Osteopatia: cos'è e come può aiutarci
Questo lunedì vogliamo partire con dei buoni propositi per vivere al meglio la settimana che ci aspetta. Abbiamo chiesto consiglio al dottor Zanier (ve lo abbiamo presentato qui) che ha deciso di raccontarci prima di tutto la storia e i principi fondamentali di questa disciplina che consigliamo a tutti di provare, l'osteopatia. 

"Nata nella seconda metà dell’800, ispirata ai principi filosofici del pragmatismo di S.Pierce, fondata dal medico statunitense Andrew Taylor Still (1828-1917), la medicina osteopatica si inserisce, a buon diritto nel panorama delle medicine complementari. È difficile capire cosa si intende per osteopatia, se non si affrontano i principi filosofici alla base di questa disciplina. A partire dalla propria attività di medico e  dalla propria esperienza di vita, il dottor Still iniziò a pensare ad una metodica (parallela alla medicina tradizionale dell’epoca), che nel tempo arrivò a basarsi su quattro pilastri fondamentali: 

- La persona è un’unità di corpo, mente e spirito.
- Il corpo ha in sé una “farmacia” naturale fatta di ormoni, enzimi e sostanze varie che permettono un’adeguata autoregolazione, autoguarigione e conservazione della propria salute.
- Tra struttura (intesa come organo, segmento corporeo, ecc..) e funzione svolta, vi è una relazione strettissima, anche a livello terapeutico.
- Una terapia razionale deve basare i propri strumenti sui principi sovraelencati.

Da ciò si può capire quanto fu pionieristica l’affermazione di Still “l’obiettivo del medico deve essere quello di trovare la salute. Tutti sono capaci di trovare la malattia”. Esso chiarisce un principio che nella medicina odierna è riconosciuto ormai universalmente: è il paziente il centro del trattamento e l’obiettivo da ricercare nella cura non è la NON-MALATTIA  quanto la SALUTE. 

Per tutta la vita Still rimase avverso alla farmacologia, il che determinò l’orientamento dell’osteopatia a livello manuale. Ovviamente con l’affermarsi della disciplina, soprattutto negli Stati Uniti, a livello del mondo medico si ebbe successivamente l’integrazione col trattamento farmacologico, omeopatico, e di altro genere. In Europa, tendenzialmente, essa ha mantenuto le caratteristiche più originali di medicina manuale.

Cosa distingue l’osteopatia dalle altre medicine manuali come la chiropratica, la terapia manuale fisioterapica e altri approcci? Oltre  ai principi di base di cui abbiamo parlato precedentemente, sicuramente le peculiarità sono costituite dal fatto che ogni struttura, proprio perché correlata al resto del corpo, e avente specifiche funzioni, è manipolabile. Ad esempio in osteopatia quando si valuterà  un’anca non si potrà evitare di esaminare la funzionalità intestinale e in taluni casi, manipolare il colon, l’intestino o altre strutture viscerali."

Giochiamo d'anticipo e facciamo subito un check-up alla nostra salute. Per altre informazioni potete contattare il dott. Zanier all'indirizzo mail fisioheal@yahoo.it.

DD
Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
Le creazioni di Anna Viero ti avvolgono in una morbida magia...Il segreto di questo incantesimo? La maestria di una lavoro artigianale con cinquant'anni di esperienza, unita alla una scelta di filati di altissima qualità: il cashmere sposato all'oro, la seta,...
Lifestyle
Lifestyle
La fotografia è nel DNA della famiglia Chilesotti: qui ci eravamo fatti raccontare come sono nate la passione e la professione del padre Pietro, e oggi la parola passa al figlio Luca, anch'esso fotografo e amico di DDmag (sue le foto...
Lifestyle
Lifestyle
Oggi la rubrica di stile vi fa entrare in punta di piedi nella Natura e nella Storia. Luisa ci accompagna sull'Altopiano di Asiago, in località Campomuletto, a 1600 mt di altezza, per una passeggiata davvero particolare ed emozionante; quella del Sentiero del...