EN
IT
Lifestyle
29 Settembre 2014
IMROZ, l'isola più profumata del Mediterraneo
Attenzione, questo post di Nur è profumatissimo!

Gökçeada, Imroz in greco, è il punto più occidentale della Turchia. La posizione un po' isolata ne fa una meta tranquilla e romantica, immersa nella sua stessa antichissima storia. Per millenni infatti la cultura Greca e quella Turca hanno convissuto in armonia in questo luogo, che conserva intatta la ricchezza di questo scambio. Quest'estate ho fatto un viaggio bellissimo proprio a Gökçeada; dopo sette anni dal mio primo viaggio sull'isola, ho trovato un turismo molto più sviluppato, ma che non ha intaccato il suo spirito tranquillo, selvaggio e naïf che la distingue dalle altre isole greche. Perdendomi per le strette strade di Kaleöy, il paese antico, ho scoperto l'atelier – laboratorio - bottega del sapone “Imroza”. Lo slogan del fondatore, Aziz, è creare un sapone “con il profumo della isola”: I suoi saponi usano infatti solo gli oli essenziali delle piante che crescono a Gökçeada: olio d'oliva, ortica, rosmarino, origano, menta, lavanda, camomilla, gelsomino, rosa... E poi ancora oli degli alberi di pino, mandorlo, alloro, limone, arancia. Una curiosità: Aziz per i suoi saponi utilizza anche l’acqua piovana e il latte di capra, vero elisir per i capelli.
Ho voluto conoscere meglio Aziz, così gli ho fatto qualche domanda....


Quale vento vi ha portato su questa isola?

Mentre lavoravo per un azienda di İstanbul, mi hanno chiesto di fare una ricerca qui a Gökçeada sull'olio di oliva biologico. Io e mia moglie ci siamo innamorati subito dell'isola, abbiamo comprato un terreno, abbiamo lasciato tutto in città per cominciare una nuova vita da zero qui a Gökçeada!


Cosa avete lasciato per venire in quest'isola?

Io sono ingegnere alimentare e lavoravo come manager di un'importante azienda di Istanbul, mia moglie lavorava per un canale TV. Stavamo bene economicamente, ma abbiamo lasciato la nostra carriera, la nostra casa e tutto il resto per venire qui.


Come avete imparato a fare il vostro sapone?

All'inizio il nostro scopo era vivere bene e “slow” a stretto contatto con la natura, volevamo produrre tutto noi. Facciamo il pane, il formaggio, lo yogurt, il vino, la birra e perfino l'elettricità perché quest'isola è sempre ventosa. Ho letto tanto sulla produzione del sapone a Gökçeada, ho provato a ricrearlo e tutti i nostri amici sono rimasti entusiasti. Abbiamo creato un nostro marchio e così è nato “Il sapone Imroza”. Facciamo sapone con il metodo più naturale (la cosiddetta "cold production"), usando ingredienti locali.


Qui avete una vita molta sana e con qualità... Ci dici un po Aziz cosa perdiamo noi cittadini non vivendo nell'isola?

È vero, qui viviamo bene e non ci ammaliamo quasi mai, non abbiamo mal di testa, dormiamo benissimo con aria pulita e soprattutto senza il traffico di İstanbul... L’acqua che beviamo è buonissima, è facile trovare carne, pollame, uova tutto a km zero! Lavoriamo sempre dalla mattina alla sera, ma non ci pesa! Sono contentissimo di aver scelto questo tipo di vita perché ogni mattina ci svegliamo con questo panorama meraviglioso. Cos'altro prossimo volere in più dalla vita?

www.imroza.com

Grazie a Nur che sa spalancare finestre bellissime su un oriente così vicino a noi.

DD
Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
Le borse Italian for Italy hanno iniziato a far parlare di sè già da tempo: riviste, redazionali di moda, boutique... Noi le abbiamo indossate e toccate con mano nel negozio di Uberta Zambeletti, il Wait and See di Milano, e...
Lifestyle
Lifestyle
Cosa rispondereste alla domanda: qual è la differenza tra una persona comune e un artista? Noi la soluzione l'abbiamo trovata davvero solo poco tempo fa quando su Instagram ci siamo imbattute in Marta Grossi e le sue Banana Graffiti: lei...
Food
Food
Ve l'avevamo anticipato qualche giorno fa su Facebook ed oggi possiamo finalmente inaugurare una nuova rubrica di ricette uniche con cui soprendere i palati dei vostri ospiti. A curarla sarà una corrispondente d'eccezione: Sara Danesin Medio, che dopo aver partecipato...