EN
IT
Lifestyle
05 Febbraio 2014
Valeria Oppenheimer, oltre la passerella
La moda non ha segreti per Valeria Oppenheimer, modella, blogger, conduttrice radiofonica e televisiva, che si racconta a DDmag iniziando con una passeggiata piena di ricordi. Sulla passerella ovviamente:

Qual è il tuo primo ricordo in passerella? Cosa ti manca e cosa no?

Il primo ricordo in assoluto è quello della prima lezione di portamento al John Casablancas Center di Roma. Tanta emozione, le compagne di corso simpatiche, quelle con cui ho condiviso anni di lavoro e quelle mai più viste... La prima sfilata importante, quella che porto nel cuore, è stata durante una settimana dell'alta moda a Roma per Egon von Furstenberg. Avevo un abito rosso davvero splendido, ero euforica e allo stesso tempo terrorizzata. Una mia foto è finita su Vogue e mia madre, per farmi un regalo, è riuscita a contattare il fotografo e farsene spedire una copia. Conservo gelosamente quello scatto e se ci penso, dopo 14 anni, ancora sorrido.
La passerella non mi manca, ho lavorato come indossatrice a tempo pieno per circa 8 anni, ho sfilato a Piazza di Spagna e come si suol dire "mi sono presa le mie soddisfazioni".


La moda è più bella quando la si indossa o quando la si comunica?

In entrambi i casi. Indossarla significa farla vivere, dare un senso al lavoro di tante persone che per mesi si impegnano al massimo per rendere unici quei 20 minuti di passerella... Che emozione! Comunicare la moda vuol dire avere la fortuna di poter esprimere un punto di vista, un gusto particolare, far conoscere ad altri una forma di arte, artigianato e cultura. Io provo una particolare soddisfazione quando riesco a valorizzare il lavoro dei designer più giovani, quelli emergenti. Mi piace poter dare voce e spazio a chi ancora ne ha poco.


Che consigli daresti alle molte ragazze che oggi aprono un fashion blog?

Di non aprire un blog con l'intento di usarlo come fonte di guadagno. Il blog (prima ancora che il fashion blog) è uno spazio aperto, personale e democratico, nel senso che potenzialmente ognuno di noi potrebbe aprirne uno e "raccontarsi". Mi piacerebbe vedere in Rete dei blog dai quali traspaiano i punti di vista reali di chi posta contenuti, di qualunque tipo essi siano.


Il tuo rituale "social" per iniziare la giornata con tutte le ultime notizie fashion:

Instagram, Facebook, Twitter mentre faccio colazione. Il mio sguardo sul mondo per iniziare bene la giornata.


Cosa indossi oggi?

Un capo a cui tengo molto. L'ha disegnato Floriana Serani, una giovane designer romana che ha un blog molto seguito, blackblessed.com. Si tratta di un abito di felpa con le maniche in pelle. Le maniche in realtà si possono anche rimuovere, hanno la zip. È nero, colore che amo follemente. Il bello di questo abito è che è sportivo e cool allo stesso tempo, ideale per viaggiare, ma anche per una serata con gli amici. Oggi ho indossato il mio vestito con un paio di leggings, sneaker airstep con zip e para in gomma, scaldamuscoli di lana grossa.

Valeria ci accompagna a scoprire il dietro le quinte della moda anche in tv durante le trasmissioni La vita in diretta e Le amiche del sabato su RaiUno: la seguiamo insieme?


DD
Ti potrebbero interessare anche...
Kids
Kids
Quando ero piccola, prima di andare a letto, la mia nonna mi aveva insegnato a recitare con lei le preghierine; un rito quasi magico che mi accompagnava prima del sonno e che la nonna dei miei bambini ha loro insegnato...
Lifestyle
Lifestyle
Prima di iniziare quest’avventura mi sono fatta mille domande sullo stile grafico e di contenuto che doveva avere DDmag. Volevo una grafica pulita, una navigazione facile e immagini bellissime, che profumino di provenza e pizzi antichi, con un sapore francese...
Lifestyle
Lifestyle
Nuova "pillola" della mia amica Luisa. Si tratta di un libro di Grégoire Bouillier dal titolo "L'invitato misterioso": narra di una festa di compleanno con tanti amici quanti sono gli anni della festeggiata, ma con un ospite in più...Intrigante sembra intrigante,...