EN
IT
Lifestyle
08 Febbraio 2019
Lidewij (Li) Edelkoort, di Roberta Sapino
Avevo "conosciuto" Lidewij (Li) Edelkoorah, anni fa, e ero stata rapita dalla sua personalità, dalle sue intuizioni, dalla sua geniale creatività.
Olandese, trend hunter, trend forecaster nei settori del design e della moda, del cibo, dell’architettura. La sua azienda ,Trend Union ,produce tendenze per strateghi di marketing e designer, che visitano con assiduità il suo forum online e seguono i suoi seminari intorno al mondo.
Multinazionali e aziende di moda e design, si affidano a lei per pianificare le loro strategie produttive e commerciali.
Ha fondato il magazine “Bloom” : una sorta di “horti- cultural-view” in cui erbe, fiori, frutta e ortaggi fanno parte di “scenari” insieme a tessuti, cibi, cosmetici, per evidenziare le assonanze tra essi e fornire una visione di quello che verrà.

La seguo da anni perché il suo lavoro “magico” mi affascina. Puntualmente le sue previsioni si avverano : negli anni dell’opulenza e dell’ostentazione lei “profetizzava” un futuro minimal, dai toni pacati e dai materiali naturali.
Anticipava il fondersi, in modo armonico, dei contrasti : decorazione mescolata al minimalismo, le cose vecchie alle nuove, l’artigianato come risposta al potere della tecnologia.

Come una sorta di oracolo la Li vede e prevede. Donna dotata di intuito eccezionale riesce a raccontare le tendenze del futuro, aiutata da un team di artisti, designer, stilisti, fotografi, con cui si confronta nei suoi spazi di lavoro assolutamente speciali e affascinanti in cui pezzi di stoffa, sassi e oggetti vari sono raccolti su tavoli immensi e diventano ispirazione pura.

La Natura è la sua grande maestra, trasmette emozioni e stimola la creatività umana .
In questi anni in cui “la rete” è diventata strumento imprescindibile per conoscere, archiviare, catalogare e ci assorbe sempre più, sarà necessario gestire meglio tutte queste informazioni senza perdere di vista la nostra dimensione umana. In questi anni di crisi e di grossi punti di domanda per tutti, sarà necessario diventare più fluidi. Per vivere meglio sarà necessario abbandonare qualsiasi tipo di certezza.
“ Per superare la crisi che prelude a tutte le trasformazioni epocali, bisogna sapere convivere con la sensazione di impermanenza, perché solo chi viaggia con un bagaglio leggero riuscirà ad andare molto lontano.”
Less is more …
Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
Durante il Festival Biblico concluso domenica a Vicenza, tra i molti eventi in programma, uno fin da subito ha attirato la nostra attenzione e curiosità: la conversazione "Fede e libertà nell'arte", con il critico d'arte Philippe Daverio e lo storico...
Lifestyle
Lifestyle
Prima i gioielli e le borse...e poi? E poi le chicche scelte dalla mia amica Laura: l'abito e il trench Diane von Furstenberg, la camicia Alberto Biani con il pantalone Golden Goose Deluxe e infine  la camicia fantasia DK New York con i...
Lifestyle
Lifestyle
Se potessimo tornare ragazze, il blog che vorremmo leggere e seguire sarebbe di certo quello di Silvia Benedet, i diari della lambretta. Ci piace per le sue illustrazioni, fotografie (come le utlime dedicate alle finestre di Tallin) e per lo...