EN
IT
Lifestyle
08 Febbraio 2019
Lidewij (Li) Edelkoort, di Roberta Sapino
Avevo "conosciuto" Lidewij (Li) Edelkoorah, anni fa, e ero stata rapita dalla sua personalità, dalle sue intuizioni, dalla sua geniale creatività.
Olandese, trend hunter, trend forecaster nei settori del design e della moda, del cibo, dell’architettura. La sua azienda ,Trend Union ,produce tendenze per strateghi di marketing e designer, che visitano con assiduità il suo forum online e seguono i suoi seminari intorno al mondo.
Multinazionali e aziende di moda e design, si affidano a lei per pianificare le loro strategie produttive e commerciali.
Ha fondato il magazine “Bloom” : una sorta di “horti- cultural-view” in cui erbe, fiori, frutta e ortaggi fanno parte di “scenari” insieme a tessuti, cibi, cosmetici, per evidenziare le assonanze tra essi e fornire una visione di quello che verrà.

La seguo da anni perché il suo lavoro “magico” mi affascina. Puntualmente le sue previsioni si avverano : negli anni dell’opulenza e dell’ostentazione lei “profetizzava” un futuro minimal, dai toni pacati e dai materiali naturali.
Anticipava il fondersi, in modo armonico, dei contrasti : decorazione mescolata al minimalismo, le cose vecchie alle nuove, l’artigianato come risposta al potere della tecnologia.

Come una sorta di oracolo la Li vede e prevede. Donna dotata di intuito eccezionale riesce a raccontare le tendenze del futuro, aiutata da un team di artisti, designer, stilisti, fotografi, con cui si confronta nei suoi spazi di lavoro assolutamente speciali e affascinanti in cui pezzi di stoffa, sassi e oggetti vari sono raccolti su tavoli immensi e diventano ispirazione pura.

La Natura è la sua grande maestra, trasmette emozioni e stimola la creatività umana .
In questi anni in cui “la rete” è diventata strumento imprescindibile per conoscere, archiviare, catalogare e ci assorbe sempre più, sarà necessario gestire meglio tutte queste informazioni senza perdere di vista la nostra dimensione umana. In questi anni di crisi e di grossi punti di domanda per tutti, sarà necessario diventare più fluidi. Per vivere meglio sarà necessario abbandonare qualsiasi tipo di certezza.
“ Per superare la crisi che prelude a tutte le trasformazioni epocali, bisogna sapere convivere con la sensazione di impermanenza, perché solo chi viaggia con un bagaglio leggero riuscirà ad andare molto lontano.”
Less is more …
Ti potrebbero interessare anche...
Lifestyle
Lifestyle
Tra le tante cose belle viste a Vicenzaoro Winter e all'evento al Diesel Village la settimana scorsa ci sono anche i vostri outfit: li abbiamo immortalati per la rubrica del venerdì e inseriti in questa gallery insieme ai gioielli-bijoux che...
Design
Design
La coppia di architetti Aldo Flore & Rosanna Venezia recuperano un borgo rurale risalente al 1800 per trasformarlo in uno splendido Luxury Hotel.Ce lo racconta Elisabetta di Dettagli Home Decor.Composto da 45 trulli lasciati in stato di abbandono per circa...
Design
Design
Se c’è una città che più di tutte trae forza e ispirazione dal suo passato, quella è di certo Londra: che si tratti di edifici di epoca vittoriana o di recupero di aree industriali, la città non sta di certo...